Non si può più dire niente | Parco Appio, Roma

Incontri sulla libertà d’espressione TLON

Non si può più dire niente…” è una frase che sentiamo dire sempre più spesso da chi sostiene che stiamo perdendo libertà di espressione.
La questione del linguaggio inclusivo e delle discriminazioni tiene banco sui giornali, in televisione, sui social, in Parlamento, e a volte si ha la sensazione di assistere a una guerra tra squadre che si scontrano creando solo caos e rumore.
È davvero così? Cosa sta accadendo? I confini di ciò che si può dire e ciò che non si può dire stanno diventando sempre più rigidi? Quali libertà stiamo guadagnando e quali perdendo attraverso i social?
E a che costo? Cos’è davvero il politicamente corretto, e cosa la cancel culture (se esistono)?

Abbiamo deciso di parlarne il 20, il 21 e il 22 luglio, a Parco Appio a Roma, con musicisti/e come La Rappresentante di Lista, Willie Peyote e i 99 Posse; comici e standupper come Filippo Giardina, Emanuela Fanelli, Natalino Balasso; attivisti/e e filosofi/e come Leonardo Caffo, Djarah Khan, Fabio Cantelli Anibaldi. Persone dalle prospettive differenti ma unite dal lavoro quotidiano con le parole.

Gli incontri iniziano alle 20.45. Ogni relatore e relatrice terrà uno speech o verrà intervistato singolarmente, e in conclusione si terrà il dibattito a più voci. Il biglietto è di 5€.

20 luglio

La Rappresentante di Lista, Hell Raton, Giulia Blasi, Filippo Giardina, Leonardo Caffo

(con spettacolo finale di Federica Cacciola Ma sei scema? «Cosa porta una bambina con un QI di 160 a diventare conosciuta come la più grande stupida d’Italia, Martina Dell’Ombra?»)

21 luglio

Willie Peyote, Emanuela Fanelli, Djarah Khan, Pasquale Quaranta, Lorenzo Gasparrini, Francesca Recchia Luciani

22 luglio

99 Posse, Natalino Balasso, Fabio Cantelli Anibaldi, Marina Cuollo, Francesca Cavallo

Informazioni e biglietti qui.